Notizie

Perché investire in pir alternativi

Citywire.it

 

 

Ottenuta assoluzione per i consiglieri di amministrazione di Coopca

Lo Studio Campeis, con un team composto dai soci Giuseppe Campeis e Carlotta Campeis,
ha ottenuto l’assoluzione con formula piena di quattro componenti del Cda di Coopca indagati
per ipotesi di bancarotta.
La Cooperativa Carnica di Consumo, ora in concordato preventivo, era una realtà radicata sul
territorio dagli inizi del ‘900, con oltre 10.000 soci, un fatturato annuale di 144 milioni di euro ed
un prestito sociale pari ad oltre 30 milioni.
In tesi accusatoria i consiglieri avrebbero concorso ad aggravare lo stato di dissesto della
Cooperativa con operazioni di espansione commerciale gravemente imprudenti e ritardato nel
richiedere l’ammissione alla procedura concorsuale.
Il complesso impianto accusatorio è stato notevolmente ridimensionato anche per le altre
posizioni, tra le quali quella del presidente, difeso dall’Avv. Giuseppe Campeis, assolto con
formula piena per le ipotesi di bancarotta semplice, truffa, abusiva raccolta del risparmio e
bancarotta da reati societari ed a carico del quale è stata pronunciata condanna solamente per
l’operazione di scorporo immobiliare della controllata ImmobilCoopca. Sono state respinte tutte
le domande risarcitorie dei numerosi soci costituiti parte civile.
Carlotta Campeis ha commentato: “Siamo soddisfatti del risultato: il Tribunale ha recepito
integralmente le tesi difensive sulla irrilevanza penale delle condotte degli amministratori non
gestori, attribuendo ad una vicenda drammatica sotto il profilo economico e sociale, la corretta
rilevanza giuridica.”

LegalCommunityAwards: Studio dell’Anno Wealth Management

Mag by Legalcommunity.it

Lo Studio campeis fa il bis: primo in Italia

https://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2021/07/08/news/lo-studio-campeis-fai-il-bis-primo-in-italia-1.40477676

Lo Studio Campeis fa il bis: primo in Italia

Messaggero Veneto

Nuove e vecchie potenzialità delle società fiduciarie

Advisor Private

AP/Contributors & Leaders

Advisor Private

Ottenuta dalla Corte di Appello di Trieste conferma della sentenza di assoluzione con formula piena per il Vice-Prefetto di Gorizia Gloria Sandra Allegretto

Lo Studio Campeis, con un team composto dai soci Giuseppe Campeis e Carlotta Campeis, ha ottenuto dalla Corte d’Appello di Trieste, conferma della sentenza di assoluzione con formula piena perché il fatto non sussiste per il Vice-Prefetto di Gorizia, dr.ssa Gloria Sandra Allegretto, indagata per aver falsamente attestato la correttezza dei pagamenti effettuati dalla Prefettura a favore di Connecting People, ente gestore di Cie e Cara isontini negli anni 2008/2013.

La, doppia conforme, pronuncia assolutoria segue ad altri provvedimenti di proscioglimento ed archiviazione in procedimenti connessi ove si addebitava ai vertici della Prefettura succedutisi nel tempo, di aver corrisposto compensi eccedenti il numero effettivo degli immigrati presenti nei centri di accoglienza, sulla base della medesima ipotesi, risultata smentita, che la Questura non fosse in grado di  conoscere i migranti ospitati nei due centri.

Giuseppe Campeis ha commentato: “Questa autorevole bocciatura dell’impianto accusatorio mette la parola fine ad un ingiustificato attacco alle Istituzioni”.

Questione di fiducia

Private